Il gioco del ponte: una tradizione a Pisa

Posted By: About Italy on giugno, 26 2008 in About Italy, Da vedere, History, Pisa (Tuscany)
Tag:, , ,

Il gioco del ponte a PisaDomenica 29 giugno a Pisa si disputerà il Gioco del Ponte, una manifestazione storico rievocativa che si suddivide principalmente in due momenti distinti: il Corteo Storico sui Lungarni, una sorta di imponente parata militare con ben 709 figuranti, e la Battaglia, ambientata sul Ponte di Mezzo, dove le squadre appartenenti alle fazioni rivali danno prova della loro potenza fisica in un’ atmosfera spettacolare e avvincente.

Il gioco del ponte è un torneo antichissimo la cui prima edizione conosciuta e certa porta la data del 22 febbraio 1568. Si ritiene oggi che abbia avuto origine dalla trasformazione del gioco locale del mazzascudo, che dal XI al XIII secolo veniva giocato come una battaglia simulata. Il Gioco del Ponte si combatteva tra i pisani che abitavano le opposte rive dell’ Arno, che divideva la città  di Pisa in due territori denominati parte di Mezzogiorno e parte di Tramontana. La battaglia, che originariamente si svolgeva nell’antica Piazza degli Anziani (oggi dei Cavalieri), fu successivamente spostata sul Ponte di Mezzo, il principale ponte della città . I pisani partecipavano al Gioco del Ponte suddivisi in 12 squadre composte ciascuna da 50 o 60 soldati, che rappresentavano i 12 quartieri della città . Ogni squadra si distingueva attraverso caratteristici colori ed insegne proprie. I protagonisti della lotta, basata sullo scontro fisico diretto, erano equipaggiati con un’armatura, un elmetto detto “morione”, e il “tardone”, una sorta di scudo in legno lungo oltre un metro e pesante piu di due chili e mezzo, adoperato come arma d’offesa. La violenza della lotta era una caratteristica costante di questi scontri.

Il Gioco era visto dai regnanti fiorentini come un pericoloso strumento di rivolta, anche a causa dell’esasperarsi del suo antagonismo tanto che Pietro Leopoldo, dopo l’edizione del 1785, vietò il permesso di effettuare la battaglia. Il Gioco conobbe cosi un periodo di interruzione fino al 1807, l’unica edizione del XIX secolo. Dopo una sospensione di 128 anni, il gioco viene reintrodotto nel 1935 fino ad arrivare ai giorni nostri.

Inoltre nel dopoguerra, per evitare lo scontro diretto, fu ideato un mezzo meccanico, un carrello metallico scorrevole su rotaia, che venne sistemato lungo il Ponte di Mezzo. Protetti dalle armature, i combattenti spingono sul carrello cercando di mandare gli avversari oltre la metà del ponte. L’intensità dello sforzo profuso dai componenti di ogni squadra è impressionante. Alla fine, conquista la vittoria la squadra che rimane padrona del Ponte. Il combattimento è preceduto da un corteo storico lungo le rive dell’ Arno, i cui partecipanti indossano costumi d’epoca mediceo tardo spagnoleggianti e armature.

Il Gioco del Ponte è ormai diventato uno degli eventi più importanti della città  grazie al quale i pisani riportano alla memoria le gesta, le imprese e lo splendore dell’antica repubblica di Pisa.

Dove: Lungarni e Ponte di Mezzo, Pisa
Info: Comune di Pisa – Ufficio Manifestazioni Storiche Tel 050 – 910506 / 910393

Be Sociable, Share!


Comments are closed.