Milano omaggia la Woodstock Generation

In occasione del quarantesimo anniversario del celebre Festival di Woodstock, la Triennale di Milano ha organizzato fino al 20 settembre una mostra intitolata “Woodstock – The After Party”, in onore di tutte le generazioni degli ultimi 40 anni con la passione per il rock.

Come molti sapranno il Festival si tenne per la prima volta nell’agosto del 1969 a Bethel (località nello Stato di New York) e durò ben tre giorni durante i quali si alternarono artisti di fama mondiale come Jimi Hendrix e Santana.

Il concerto inoltre, è considerato da molti come momento clou nella storia dell’America degli anni ’70, in quanto dette vita alla Woodstock Nation, una specie di generazione/movimento giovanile che si opponeva fortemente ad ogni costrizione sociale, difendendo gli ideali di libertà, pace e amore.

L’evento non consiste soltanto in una semplice rievocazione di uno dei concerti più importanti di sempre, ma bensì vuole invitare tutti i visitatori a riflettere su come eventi musicali di massa abbiano influito sulla formazione delle generazioni degli ultimi 40 anni. Infatti, alla base della manifestazione , c’è la convinzione che i giovani cresciuti all’indomani della Woodstock Nation, hanno scelto di confrontarsi con essa in due modi diversi: rinnegandola fortemente o impegnandosi ad imitarla.

Il programma della manifestazione è ben fatto e si propone di attrarre il maggior numero possibile di visitatori che intendono far chiarezza sul significato dello storico Festival del ’69 e sugli ideali di cui si faceva promotrice la Woodstock Nation.

Nel calendario dell’evento sono previsti: l’esposizione di fotografie originali del ’69 selezionate dall’archivio Corbis, la proiezione di video storici con l’ausilio di suoni e musiche rock (fra cui famoso film “Woodstock” di Wadleigh del 1970), una rassegna di film Generations a partire dalle 21,30 e soprattutto favolosi dj set a partire dalle 17.30 con ospiti d’eccezione, come: Andy Bluvertigo (30 Luglio) , Marco Rigamonti (6 Agosto) e molti altri.

Un evento da non perdere per i grandi appassionati della cultura rock, ma anche per chi, comunque, ha voglia di scoprire gli ideali promossi da quella generazione americana del ’69.

Per maggiori informazioni su questo ed altri eventi a Milano naviga su www.aboutmilan.com

Be Sociable, Share!


Comments are closed.