Festival dei Popoli 2009. Da 50 anni “alla ricerca di un cinema per svelare il mondo”

Il Festival dei Popoli spegne quest’anno 50 candeline, ma è più che mai al passo con i tempi.

Dal 1 al 7 novembre torna a Firenze, sugli schermi dei cinema Odeon e Spazio Uno, la più importante rassegna italiana dedicata al cinema-documentario. Un genere particolare, che persegue la difficile missione di raccontare con il linguaggio mitico della macchina da presa la “realtà vera” del mondo che abitiamo.

Molte delle opere in concorso trattano infatti temi di stretta attualità, come i conflitti medio-orientali, il razzismo o il degrado ambientale; altre si focalizzano piuttosto sui sentimenti dell’animo umano, narrando per esempio il confronto fra due esuli, i dubbi di una giovane donna, la vita fuori dal tempo di una cittadina nordafricana…

Una prospettiva quindi quasi antropologica e sociologica, tipica del festival, che non dimentica però la qualità  cinematografica, in crescita soprattutto nella produzione italiana. L’offerta in cartellone è ricca e variegata: 81 documentari, di cui 6 prime mondiali, 4 europee e 37 italiane. I lavori sono divisi in 3 sezioni: Lunghi, Corti e Stile Libero, che raccoglie i film Fuori Concorso.

Tra questi, ben 6 hanno come tema centrale la musica (per esempio “Woodstock now and then” o “Soundtrack for a Revolution”, dedicato alla battaglia per i diritti civili dei neri americani); grande attesa è riservata anche a “Arbitri”, un documentario sul bistrattato mondo delle maglie nere commissionato dalla Uefa.

A disposizione degli spettatori anche due sezioni aggiuntive: una dedicata al cineasta tedesco Thomas Heise, l’altra ai documentari girati tra il 1958 e il 1965, una sorta di auto-omaggio del Festival, che in quegli anni apriva i battenti, a sè stesso.

Scopo dell’evento fiorentino, inoltre, è allargare la fama del cinema documentaristico anche al di là degli spazi della rassegna. Per farlo, da quest’anno è stata inaugurata una partnership con il Premio Solinas – i cui vincitori verranno incoronati ufficialmente durante il Festival, e viene offerto un premio di 5000 € ai distributori che metteranno in cartellone uno dei documentari proposti, favorendone così la diffusione tra il grande pubblico.

Appassionati di cinema… Firenze vi aspetta! E non solo con il Il Festival dei Popoli, ma con tutti gli altri eventi della “50 giorni di cinema internazionale a Firenze, rassegna di festival cinematografici che per due mesi renderà la città  capitale italiana del grande schermo.

Per ulteriori informazioni sugli eventi a Firenze, visitate il nostro sito www.aboutflorence.com

Be Sociable, Share!


Comments are closed.