Festa della Madonna della Salute a Venezia. Una tradizione che si tramanda di generazione in generazione

Se avete in programma un week-end a Venezia, il giorno giusto per partire è il 21 Novembre!

Come ogni anno, infatti, in quella data si celebra la Festa della Madonna della Salute, antica tradizione veneziana che ebbe origine addirittura alla metà del 1600.

In quel periodo imperversava infatti una terribile pestilenza (la stessa di cui racconta Manzoni nei Promessi Sposi), che stava decimando la popolazione della Serenissima. All’apice della disperazione, alla città  non rimase che rivolgere le proprie preghiere alla Madonna, promettendo solennemente, in cambio della salvezza dal morbo, di erigere in suo onore la più magnificente chiesa che fosse mai stata costruita.

Fu così che in meno di un mese la città  fu libera dalla pestilenza, e che ventanni dopo si specchiava sulle acque del Canal Grande il tempio di Santa Maria della Salute, disegnato dall’architetto Baldassare Longhena, edificato sulla Punta della Dogana, e considerato uno degli esempi più sublimi di Barocco europeo.

La Chiesa venne consacrata il 21 Novembre e da allora ogni anno i veneziani – credenti o laici che siano – rinnovano in questa data il loro vincolo di gratitudine e devozione a Maria, con una festa intrisa di sacro e di profano che ancor oggi mantiene il sapore della Venezia più autentica.

Un ponte di barche accompagna i pellegrini in visita alla Basilica, nella quale si celebrano innumerevoli messe, mentre le vie circostanti sono affollate di bancarelle, dove le candele votive vengono vendute accanto ai dolci, ai giochi e ai palloncini per i bambini. Nelle case si prepara e consuma la castradina, un piatto tipico a base di carne di montone.

Negli ultimi anni la festa della Salute attrae sempre più anche i non-Veneziani, attratti dalla sua atmosfera caratteristica fatta di storia, di folklore, di allegria e di “Venezianità” doc. Ne resterete di certo affascinati anche voi!

Inoltre, potete trovare maggiori informazioni riguardo gli altri luoghi da non perdere e gli eventi a Venezia su www.aboutvenice.org.

Be Sociable, Share!


Comments are closed.