Milano e il Giappone: una passione che continua. Altre due affascinanti mostre a Palazzo Reale.

Giappone. Potere e splendoreL’anno volge al termine, ma non la passione per il Giappone che Milano ha dimostrato nel 2009.

Negli ultimi 12 mesi hanno infatti trovato ospitalità nelle sale di Palazzo Reale le mostre “Samurai” e “Monet e il Giappone“, entrambe di grandissimo successo.

Ora è la volta di “Giappone. Potere e splendore (1568-1868)”, in programma nella stessa location dal 6 dicembre 2009 al 7 marzo 2010.

Una esposizione ricercata, che darà la possibilità di ammirare un centinaio di opere provenienti in esclusiva assoluta dai più importanti musei del Giappone: raffinate ceramiche, dipinti su carta e seta, maestosi paraventi, preziosi tessuti, maschere e armature… un repertorio che in patria è considerato un vero e proprio tesoro nazionale!

Tutte le creazioni in mostra sono originarie dei periodi Momoyama (1568-1615) ed Edo (1615-1868), due fasi cruciali della storia del paese, segnate dalla caduta dell’antica società tradizionale retta da nobili e Samurai e dalla progressiva ascesa di una classe borghese, ancora esclusa dal potere ma economicamente fiorente.

Sono loro i nuovi creatori e fruitori dell’arte, di loro parlano le opere in mostra a Milano. Il percorso espositivo ci racconta i vizi e le virtù dei mercanti e artigiani di città , la loro cultura e i loro ideali- che divennero sinonimo di “moderno”, la loro vita raffinata, lussuosa, edonistica, incetrata sul piacere – in netto contrasto con la morale confuciana.

Frutto di questa stessa mentalità ed estetica rivoluzionaria sono anche gli Shunga, stampe a soggetto erotico di elevato valore artistico.

Inizialmente osteggiate dal potere politico, finirono per essere accettate e anzi divennero parte fondamentale della produzione degli artisti più affermati del tempo. Circolavano sotto forma di libri a 12 fogli ed erano destinate agli scopi più diversi: dalla pura conteplazione di estimatori d’arte, all’educazione di giovani spose o cortigiane, alla funzione di portafortuna ai guerrieri nei cui bauli venivano riposte.

A partire dall’Ottocento si diffusero (dapprima segretamente) anche in Europa e ispirarono molti letterati e artisti famosi. Oggi si possono ammirare in un’altra mostra in corso a Palazzo Reale: “Shunga, Arte ed Eros nel Giappone del periodo Edo”, fino al 21 gennaio 2010. In esposizione anche 10 kimono originali molto preziosi.

Due occasioni interessanti per scoprire lati inediti di un affascinate paese lontano, aperte al pubblico anche il sabato sera (fino alle 22.30). Questi eventi milanesi rientrano fra l’altro nell’iniziativa “Milano-Mondo”, che mira a mettere in luce l’indole artistica internazionale della città , in previsione dell’ Expo 2015.

Per tutte le altre informazioni riguardo la città  di Milano e i suoi prossimi eventi, potete visitare www.aboutmilan.com

Be Sociable, Share!


Comments are closed.