Trieste, Genova poi Palermo, Torino, Firenze e Roma: ecco il Tour de Il Bacio di Hayez

Il Bacio di Hayez, la famosa opera che ha fatto sognare dal 1861 fino ai giorni nostri gli amanti dell’arte e non con il suo romantico gesto d’amore e un’intrigante atmosfera medievale, è il capolavoro che in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia sarà esposto in una mostra itinerante.

Un capolavoro per l’Italia dunque, che celebra la sua unità e il suo splendore artistico nelle maggiori città italiane coinvolte nella vicenda della liberazione dall’Austria e nella costituzione dell’Unità nazionale. L’opera, creata dal maestro Francesco Hayez nel 1861, diventò presto l’emblema popolare delle sofferenze d’amore, e ancora oggi il suo nome gareggia con il famoso Bacio di Klimt per fama internazionale.

La versione del 1861 raffigura il raggiungimento dell’ideale unitario. E’ un dichiarato e orgoglioso omaggio all’appena costituita Unità italiana, rappresentata dal tricolore riproposto nelle vesti dei due amanti: il bianco del velo della donna, il verde, il rosso della calzamaglia dell’uomo incrociati, sono i colori che vanno a comporre la bandiera dell’Italia.

L’opera Il Bacio sarà dunque eccezionalmente esposta al pubblico per ripercorrere i momenti fondamentali della storia d’Italia tra il 1859 e il 1861.

Attraverso un tour di notevole impatto e suggestione saranno toccate le maggiori città d’Italia coinvolte, a diverso titolo, nella vicenda della liberazione dall’Austria e nella costituzione dell’Unità nazionale.

Il tour de Il Bacio ha preso avvio a dicembre 2009 presso il Castello di Miramare a Trieste. Dal 2 ottobre 2010 invece, il dipinto è custodito al Museo del Risorgimento di Genova (in via Lomellini), nell’antica dimora di Giuseppe Mazzini, grande estimatore del pittore. L’opera sarà ospitata da questa prestigiosa sede espositiva del capoluogo ligure, che fu porto d’imbarco della Spedizione dei Mille.

A Genova si ricorderà la “Sottoscrizione nazionale per un milione di fucili”, la preparazione della Spedizione, fino alla partenza alla volta della Sicilia. Il Bacio, prima di proseguire il suo viaggio tutto italiano verso Palermo, resterà visibile presso la Casa natale di Mazzini fino al 9 gennaio 2011.

Il Bacio verrà dunque poi esposto alla Galleria d’Arte Moderna di Palermo, che ricorderà l’insurrezione della città avvenuta il 27 maggio1860 e il successivo referendum per l’annessione del Regno delle due Sicilie al Regno di Sardegna.

Il Bacio arriverà quindi all’inizio del 2011 a Torino per celebrare la costituzione del Regno d’Italia. L’esposizione potrebbe terminare proprio il 17 marzo, giorno della proclamazione di Torino capitale d’Italia.

Sarà quindi la volta di Firenze, seconda capitale d’Italia, a veder approdare l’opera di Hayez a memoria del ruolo della città toscana nella costruzione della storia dell’Unità d’Italia.

Infine, in concomitanza con il 2 giugno, il tour dell’esposizione terminerà con la tappa nella città di Roma, capitale d’Italia.

Non perdete dunque l’occasione di ammirare un quadro così bello, travolgente e affascinante come Il Bacio di Hayez, in Italia ancora fino a metà del 2011. Cercate la città italiana più vicina a voi dove il quadro si trova esposto!

Be Sociable, Share!

This post is also available in: Inglese



Comments are closed.