Torino: Darbar, la rassegna musicale dal sapore orientale

Il Museo di Arte Orientale (MAO) di Torino organizza spesso eventi e mostre per illustrare al meglio i tratti meno conosciuti e più affascinanti dei paesi definiti da sempre orientali.

Questa primavera metterà in mostra ciò che in mostra è difficile da mettere: la musica.

Fino al 21 aprile, infatti, un ciclo di incontri tematici affollerà il programma di mostre del museo: una serie di concerti di musica tradizionale e popolare, non toccata dalle influenze moderne, di molti paesi asiatici verrà affiancata da proiezioni di filmati e documentari, quasi tutti inediti, e incontri con musicisti e musicologi per avvicinare l’universo in cui le melodie si sono sviluppate e hanno preso forma.

A coloro che parteciperanno ai concerti sarà fornito del materiale per facilitarne la comprensione e guidarne l’interpretazione verso una giusta direzione.

La prossima esibizione si terrà il 1 aprile alle ore 18:00 attraverso la musica coreana: il concerto di musica popolare e di corte accompagnerà l’incontro con Daniele Sestili, docente presso l’Università della Sapienza che da sempre si occupa della relazione fra musica e società orientale.

Il giovedì successivo, il 7 aprile, alle ore 18 verrà organizzato un percorso tematico attraverso l’iconografia induista nella galleria dedicata all’Asia Meridionale del MAO, e alle ore 21 Theresa Sri Kurniati, insegnante di danza e prima ballerina di un gruppo dal nome Mangkunegaran Palace, si esibirà in una rassegna di danze giavanesi.

Sempre dalle sponde di Giava arriveranno i musicisti che alle ore 21 di giovedì 14 terranno il loro concerto sulla musica del loro paese, capitanati da Aloysius Suwardi, famoso in tutto il mondo per le sue composizioni su strumenti che si costruisce da solo. Sarà lo stesso Suwardi a tenere un incontro sul Gamelan (letteralmente “percuotere con un mazzuolo” in giavanese), un’orchestra di strumenti indonesiani che comprende metallofoni, xilofoni, tamburi e gong.

Giovedì 21 aprile, ultima data degli incontri al MAO, dalle ore 18 si potrà accedere alla mostra sulla “Ceramica islamica: tecniche e decorazioni”, un percorso a tema nella galleria dedicata ai Paesi Islamici dell’Asia; sarà poi la volta del ramo più esoterico dell’Islam, il Sufismo, con un incontro alle ore 21 sulle musiche tradizionalmente associatevi con Jean During, etnomusicologo ed orientalista di origine francese , e con Giovanni De Zorzi, etnomusicologo e suonatore di flauto ney, uno dei più antichi strumenti musicali del mondo.

La musica accompagnerà la scoperta delle culture di questi popoli antichissimi e dalle tradizioni millenarie. La musica sarà capace di mostrarvi scenari e di farvi respirare per qualche minuto, qualche ora, le atmosfere ormai perdute ma mai dimenticate di questi lontani paesi d’Oriente.

INGRESSI E BIGLIETTI

Giovedì
Gallerie: restano aperte fino alle 23:00, il biglietto avrà il costo ordinario per gli ingressi alle collezioni. Alle ore 18:00 visita guidata gratuita, prenotazione consigliata.
Concerti e incontri: ingresso gratuito fino ad esaurimento posti disponibili, tagliandi per l’ingresso distribuiti dalle 20:30.

Venerdì
Gallerie: chiusura alle ore 18:00.
Incontri: ingressi gratuiti fino ad esaurimento posti disponibili, tagliandi per l’ingresso distribuiti dalle 17:30.

Sabato
Incontri e Gallerie: ingresso gratuito per i minori, a pagamento con tariffa ordinaria per adulti. Il biglietto garantisce l’accesso all’incontro del giorno fino ad esaurimento dei posti e alle collezioni.
Proiezioni: ingressi gratuiti fino ad esaurimento posti disponibili.

ORARIO D’APERTURA E INFO

Orario: da martedì a domenica 10:00-18:00
Giovedì: 10:00-23:00
Chiuso il lunedì

Info & prenotazioni
Tel. 011 4436927

Maggiori informazioni su eventi a Torino le trovate sulla guida online di Torino: AboutTurin.

Be Sociable, Share!

This post is also available in: Inglese



Comments are closed.