La Luminara di San Ranieri torna a illuminare i contorni di Pisa

Anche quest’anno, in onore del patrono di Pisa San Ranieri, torna la celeberrima manifestazione storica tanto attesa, la Luminara di Pisa.

Per antica tradizione infatti, la notte del 16 giugno i pisani celebrano con questa grande illuminazione sui Lungarni di Pisa la festività patronale che cade il 17 giugno.

Sono circa 70.000 i lumini che ogni anno vengono deposti in bicchieri di vetro liscio, ed appesi in telai di legno, dipinti di bianco, modellati in modo da esaltare le sagome dei palazzi, dei ponti, delle chiese e delle torri che si affacciano sui lungarni pisani.

La Torre Pendente sarà invece illuminata con padelle ad olio, collocate anche sulle merlature delle mura urbane, nel tratto che racchiude la Piazza dei Miracoli.

La miriade di luci tremule nelle acque dell’Arno – dove vengono affidati alla corrente lumi galleggianti – sui contorni dei palazzi e dei ponti, offre al visitatore uno scenario dalle suggestioni uniche e indescrivibili.

L’evento ha origine al lontano 25 marzo 1688, quando nella cappella del Duomo di Pisa venne collocata l’urna contenente il corpo di Ranieri degli Scaccieri, Patrono della città. Cosimo III dei Medici aveva voluto che l’antica urna contenente la reliquia fosse sostituita con una più moderna e fastosa.

La traslazione dell’urna fu l’occasione per una memorabile festa cittadina, dalla quale, secondo la tradizione, ebbe inizio la triennale illuminazione di Pisa che dapprima si chiamò illuminazione e poi, nell’Ottocento Luminara.

L’atmosfera suggestiva della Luminara continua ancora oggi a sorprendere tutti i pisani e i visitatori che si recano nell’antica città toscana in occasione del magico evento.

Inoltre, dal tardo pomeriggio del 16 giugno, i lungarni, chiusi al traffico delle auto, ospiteranno tante bancarelle di dolci, palloncini e oggetti fosforescenti. Sì, perché è la notte delle luci ed ecco che grandi e piccini si divertono a indossare una collana, un bracciale o un cerchietto per i capelli…fluorescente!

Ricordatevi che è la serata più viva di Pisa: per tutta la città troverete locali aperti, tavoli apparecchiati in piazza, musica e vari spettacoli di intrattenimento improvvisati in ogni angolo del centro storico.

Inoltre la notte è animata da fuochi d’artificio che illumineranno la città a partire dalle 23 per un’ora intera, e da piccole feste dislocate per tutto il centro storico.

Lo spettacolo pirotecnico è duplice anche nell’edizione 2011: sopra il cielo del ponte della Fortezza e del ponte della Cittadella, come da tradizione, quasi un’ora di emozionante gioco di stelle filanti e cascate dorate.

Qualche consiglio utile per chi non è del posto: raggiungete il centro a piedi! Fino all’ora di cena la situazione è gestibile, ma dopo le 21.30 camminare diventa difficoltoso, figuriamoci spostarsi con la macchina!

I parcheggi più ampi e liberi sono quello del mercato in via Paparelli, dal quale si raggiunge facilmente Borgo in dieci minuti a piedi e lo scambiatore di via Pietrasantina, distante poche centinaia di metri da Piazza dei Miracoli.

Per maggiori informazioni su Pisa, visitate la guida online About Pisa.

Be Sociable, Share!

This post is also available in: Inglese



Comments are closed.