L’Estate di San Martino, “che dura tre giorni e un pochinino” è alle porte

Impossibile non conoscere la leggenda di San Martino, che divise in due il suo mantello per scaldare un povero mendicante e fu ricompensato dal Signore con qualche giorno di clima mite e temperato, quando la bella stagione stava oramai volgendo al termine!

Il Santo, di origine ungherese, visse nel IV secolo dopo Cristo. A quindici anni entrò nell’esercito, e la storia del mantello risale proprio a quel periodo; dopo l’apparizione in sogno del Signore prese i voti e si occupò della conversione delle tribù barbariche. La sua leggenda è conosciuta in tutto il mondo, grazie alla popolarità del Santo sia in Europa che oltre oceano.

Non è chiaro quando sia nata la leggenda del mantello, né quando sia stata associata dalla memoria popolare e contadina al periodo di bel tempo nella seconda decade del mese di Novembre, chiamata “Estate di San Martino” da noi ed “Estate indiana” nei paesi anglosassoni, ma certo è che si è diffusa sempre più, attirando moltissime persone nelle città in cui si festeggia.

L’estate di San Martino inizia l’11 novembre e dura per tre o quattro giorni. E’ talmente famoso e conosciuto che ci sono moltissimi proverbi in suo onore come “A San Martino, uccidi il maiale e bevi il vino!” e abbiamo perso il conto delle feste a lui dedicate.

Nata come festa religiosa, si è trasformata negli anni in un evento enogastronomico in cui si stappa il vino appena maturato.

Moltissime le città e i borghi in Italia che organizzano sagre, eventi, e feste per gustare del buon vino novello, e assaggiare castagne, funghi e centinaia di altre specialità tipiche della stagione; non fatevi scappare l’occasione di gustare queste prelibatezze!

L’atmosfera autunnale, le giornate miti, la raccolta di funghi e castagne, potrebbero essere un’occasione interessante per organizzare un itinerario enogastronomico in una delle città dove questa ricorrenza è particolarmente sentita.

Ecco qui di seguito un elenco di borghi e città dove sarà possibile festeggiare l’Estate di San Martino:

Ad Ascoli Piceno è tradizione riunirsi la sera dell’11 novembre con parenti o amici, per mangiare caldarroste e carne di maiale alla brace, sorseggiando del vino novello. Questa tradizione potrebbe avere origini Longobarde.

A Castiglione in Teverina, in provincia di Viterbo, dal 7 al 9 novembre si svolge ogni anno un evento gastronomico chiamato: “San Martino, Olio, Funghi e Vino”, con degustazione di oli e vini novelli e l’assaggio del pregiato tartufo della Valle del Tevere, il tutto accompagnato da eventi folkloristici e musicali e dalla possibilità di visitare il Museo del Vino e delle Scienze agroalimentari o attraversare la Strada del Vino della Teverina.

A Clusone, in provincia di Bergamo, si festeggia l’Estate di San Martino nel week-end più vicino all’ 11 novembre.

A Leffe, sempre in provincia di Bergamo, la basilica dedicata a San Martino, viene decorata con luminarie e archi trionfali e la sera del 10 novembre si svolge una processione per le vie della città, capeggiata dalla statua. La tradizione vuole che nella notte tra il 10 e l’11 novembre i bambini ricevano dei doni.

A Quinto Vicentino, nel fine settimana dell’11 novembre si svolge una festa contadina dove vengono rappresentati gli antichi mestieri con i costumi d’epoca.

A Venezia i bambini fanno rumore battendo insieme coperchi e pentole e chiedono qualche moneta ai passanti e ai negozianti, cantando una filastrocca in dialetto. Con i soldi ricevuti, si comprano un dolcetto a forma di San Martino.

A San Martino in Rio (RE) si festeggia la ricorrenza dell’11 novembre con un corteo storico che ricorda le tappe più significative nella vita del Santo, tra cui le sue battaglie e l’episodio del mantello donato al povero.

A Teramo è usanza, per la sera dell’11 novembre, riunirsi tra amici o parenti in cucine, tavernette o locali rustici per mangiare carne alla brace, salsicce, costolette o i tipici arrosticini, il tutto accompagnato dal vino novello. La cena si conclude con caldarroste, chiacchiere e musica.

Todi, in provincia di Perugia, l’11 novembre si riempie di bancarelle che da Piazza del Popolo occupano tutta la città.

Come vedete le occasioni non mancano! scegliete quella più adatta a voi, e festeggiate al meglio l’Estate di San Martino!

Be Sociable, Share!

This post is also available in: Inglese



Comments are closed.