XXV Turin Marathon e la Mostra d’artigianato “Artieri Domani”

Il 13 novembre nella prima capitale del regno d’Italia (Torino) si svolgerà la 25° edizione della Turin Marathon.

Essendo passati 150 anni dall’unità d’Italia, la manifestazione sarà ricca di novità!

Saranno 42,195 i chilometri da correre, in un percorso ad anello unico e suggestivo che partirà e arriverà in piazza Castello, cuore e centro storico della città, disegnando un percorso suggestivo nella città di Torino e in sette comuni dell’area metropolitana (Moncalieri, Nichelino, Beinasco, Orbassano, Rivalta, Rivoli e Collegno) ripercorrendo la storia e le bellezze naturali di questi territori, per terminare di nuovo in Piazza Castello.

L’evento sarà affiancato da concerti, convegni e iniziative speciali. La festa inizia l’11 novembre alle 10,00 con l’inaugurazione del Marathon Village che per tre giorni sarà un punto di riferimento importante per sponsor, atleti e pubblico, dove saranno consegnati i pettorali e i pacchi gara.

Alle ore 20,00 al Museo Nazionale del Cinema ci sarà una grande festa dello sport e della città, con la partecipazione di molti atleti, per celebrare i successi delle scorse edizioni con immagini e musica.

Sabato 12 Novembre, si svolgeranno in città diverse iniziative per trascorrere al meglio la vigilia della gara.

Domenica 13 novembre tutti pronti per la partenza della XXV Turin Marathon, prevista alle 9,30 in piazza Castello.

Ma non è finita qui, alla stessa ora, in altre due famose piazze della città avranno luogo altre due importanti manifestazioni!: la Stratorino e la Junior Marathon.

La Stratorino, giunta oramai alla XXXV edizione, è una gara non competitiva adatta a persone di ogni età. Chiunque desideri partecipare dovrà correre per 7 chilometri.

Grande protagonista di quest’anno sarà la musica, 12 gruppi musicali suoneranno lungo il percorso per voi corridori! La partenza e l’arrivo sono in piazza San Carlo.

La Junior Marathon è riservata invece a bambini e ragazzi fino a 16 anni, che correranno per circa 1 chilometro, partendo da Piazza Carlo Felice, fino a Piazza Castello. Si prevede una partecipazione di 7.000 giovani atleti. Sarà un evento molto divertente, accompagnato da una simpatica animazione.

Ma la città di Torino è in questo periodo teatro di un altro importante evento: fino al 20 novembre, le ex Officine Grandi Riparazioni di Torino ospitano la mostra di artigianato “Il futuro nelle mani. Artieri domani”.

Questa mostra, allestita in onore dei 150 anni di unità del regno d’Italia, è una mostra laboratorio ideata per raccontare un nuovo artigianato metropolitano, rivolto al futuro e all’internazionalità, ma legato alla cultura italiana e alle sue tradizioni. La mostra prende spunto diretto dalle esposizioni avvenute a Torino nel 1911 e nel 1961.

La mostra è composta da tre sezioni:

- La prima, “tunnel del treno fantasma” evidenzia l’artigianato del settore tecnologico digitale; un corridoio verso il futuro animato da un’installazione multimediale che ricorda le ferrovie.

- Lo spazio centrale della mostra è chiamato “nuove officine”. Qui si presentano i progetti più innovativi nel campo della tecnologia meccanica e delle arti tradizionali, creati dai giovani emergenti e dagli emigrati che hanno diffuso nel mondo la qualità dei prodotti italiani. L’ospite d’onore della sezione è il carrozziere e meccanico italo – svizzero Franco Sbarro che ogni anno presenta prototipi di automobili che riscuotono un enorme successo.

- La terza sezione della mostra, la Galleria delle Botteghe, è occupata dall’eccellenza dell’artigianato moderno. Gli oggetti di questo spazio rappresentano la tradizione e la cultura dei territori italiani: un “art & crafts supermarket” ad ingresso libero, concepito per sostenere i mestieri d’arte giovanile, offre anche l’opportunità di acquistare i pezzi esposti.

Dal 24 settembre la mostra si è rinnovata, per permettere al maggior numero di artisti metropolitani di farsi notare. Nello spazio dedicato all’artigianato locale più sofisticato, ha preso posto il veicolo Idra, vincitore della Shell Eco-Marathon Europe, competizione che premia veicoli a basso consumo.

Nella Galleria delle Botteghe, compaiono invece le ceramiche del veneziano Alessandro Merlin, che congiunge la maestria decorativa della tradizione ad un’ambigua iconografia contemporanea.

Per maggiori informazioni su Torino, visitate la guida online About Turin.

Be Sociable, Share!

This post is also available in: Inglese



Comments are closed.