Alla Scoperta del Polo Sud. Cent’anni Dopo

Se in questi giorni siete a Genova o dintorni, non perdetevi la strepitosa mostra presso Palazzo Ducale che si terrà ancora fino a domenica 18 marzo 2012.

“Race. Alla conquista del polo sud” è il titolo di questa mostra che, in occasione del centesimo anniversario della conquista del Polo Sud, vuole rendere omaggio ai grandi protagonisti del passato e del presente che hanno segnato la storia del nostro pianeta.

La grande mostra dell’American Museum of Natural History sull’esplorazione dell’Antartide, a cento anni dall’epica sfida tra Scott e Amundsen.

A cura di Ross D. E. MacPhee, esperto di evoluzione dei mammiferi e di biologia dell’estinzione. Questa mostra, attraverso oggetti storici, modelli, cartine, supporti interattivi, filmati e altri strumenti, vuole avvicinare i visitatori di tutte le età alle prime esplorazioni polari e aiutarli a comprendere le sfide da affrontare per sopravvivere in Antartide.

Ecco qua i temi all’interno della mostra:

1. Introduzione. Al Polo Sud la temperatura media annuale è -49 °C, un ambiente così ostile che un piccolo passo falso può comportare un disastro.

2. Le prime ipotesi e i primi avvistamenti. Duecentocinquanta anni fa gli uomini iniziarono ad affrontare le acque più burrascose del mondo per scoprire di persona l’esistenza di questa terra lontana ed ostile.

3. Inizia la corsa. Affascinato dalle esplorazioni antartiche, il popolo britannico chiese a gran voce che l’ufficiale della marina Robert Falcon Scott si imbarcasse alla conquista della frontiera finale: il Polo Sud. Allo stesso tempo, ma in segreto, il veterano delle esplorazioni artiche Roald Amundsen decise di realizzare l’impresa per la sua terra natia, la Norvegia.

4. Due squadre, un obiettivo. Nel gennaio 1911 le due squadre eressero due campi base ai margini opposti della barriera di Ross. Lì passarono dieci mesi, quattro dei quali al buio completo, e pianificarono il proprio viaggio verso il polo.

5. Verso il polo! L’estate australe (da dicembre a marzo), con le sue lunghe giornate e temperature più elevate, era l’unico periodo in cui poter compiere l’estenuante viaggio di andata e ritorno di 2.900 km.

6. Di ritorno dal polo. Dopo aver raggiunto il Polo il 14 dicembre 1911, la squadra norvegese si affrettò a tornare al campo base. L’altra, invece, impiegò un intero mese in più a raggiungere l’obiettivo. Esausti e affamati, gli uomini di Scott stavano ancora avanzando a fatica sulla via del ritorno quando la luce iniziò a smorzarsi e il freddo si fece pungente.

7. L’Antartide oggi. Quarantotto nazioni hanno sottoscritto il Trattato Antartico, acconsentendo all’utilizzo del continente per indagini scientifiche a scopo pacifico.

Inoltre, in occasione dell’unica tappa italiana della mostra che farà un tour europeo, anche National Geographic è presente e propone una straordinaria galleria di immagini scattate dai più grandi fotografi naturalisti del mondo.

Al termine del percorso della mostra vera e propria, infatti, una suggestiva installazione video interattiva intitolata “L’ultima frontiera” immergerà il pubblico nella rarefatta atmosfera delle più estese lande di ghiaccio del nostro pianeta.

Gli scatti dei fotografi di National Geographic porteranno così a Genova il fascino straordinario del continente più remoto, affiancando le testimonianze storiche delle spedizioni di Amundsen e Scott presenti in mostra.

Gli eventi speciali a cui è ancora possibile assistere sono:

14 marzo 2012, 17:45
Francesco Cavalli Sforza, Cambiamenti biologici e cambiamenti ambientali.

22 marzo 2012, 21:00. Home. La nostra Terra. Proiezione del film documentario realizzato da Yann Arthus-Bertrand e prodotto da Luc Besson.

E inoltre, a grande richiesta, per gli ultimi giorni della mostra, si replicano le visite speciali guidate e le letture teatralizzate. Sciprite di più sul sito ufficiale della mostra.

Non perdetevi l’occasione di scoprire il fascino di una delle più leggendarie storie di esplorazione del secolo scorso! A Genova!

Maggiori informazioni su Genova sono disponibili sulla guida online About Liguria.

Cerchi un hotel in Liguria? Un hotel a Genova magari? Trovalo con About Liguria.

Tutti i più bei musei della Liguria: scoprili ora con About Liguria.

Be Sociable, Share!

This post is also available in: Inglese



Comments are closed.